icona-calendario8 FEBBRAIO

cinderella

icona-maschere

barra-scuole-full

TeatroNovanta s.r.l.
presenta
Palco 11zero8

Adattamento e regia di
Roberto Matteo Giordano

Cenerentola, rimasta orfana della madre da bambina, e successivamente anche del padre, si trova a dover vivere con le due sorellastre e la matrigna la quale si dimostra tutt’altro che amorevole e generosa con lei, costringendola a svolgere tutte le mansioni domestiche e viziando al contrario le dispettose figlie. Cenerentola, nonostante la solitudine, è una ragazza generosa e spensierata, e sogna ad occhi aperti il giorno in cui troverà il suo principe azzurro ed essere finalmente felice. La notizia che il Re ha indetto un ballo per tutte le ragazze del Regno, con lo scopo di trovare una principessa per suo figlio, ancora scapolo, viene vista da Cenerentola come l’occasione ideale di conoscere un vero principe. La matrigna però non le accorda il permesso ed accompagna le due figlie al ballo sicura che il bel principe ne avrebbe scelta una come sua futura regina. Cenerentola rimane sola e si dispera ma un incantesimo della Fata madrina, che è intervenuta in suo aiuto, creerà le condizioni che le permetteranno di recarsi al ballo avvertendo la ragazza che l’incantesimo scomparirà con lo scoccare della mezzanotte. Appena giunta al castello, il Principe nota Cenerentola e subito la invita a ballare; il tempo passa velocemente e a pochi minuti da mezzanotte la fanciulla deve scappare via di corsa prima che la magia svanisca. Nella fretta della fuga però perde una scarpetta di cristallo. Il Principe, deciso a trovare la ragazza di cui è ormai perdutamente innamorato, si reca personalmente nelle case di tutto il regno per far provare la scarpetta di cristallo a tutte le ragazze: colei alla quale calzerà perfettamente diventerà sua moglie. Giunto a casa della matrigna, riesce a far provare la scarpetta a Cenerentola e, vedendo che le calza a pennello, tra lo stupore della matrigna e delle sorellastre, il principe la porta al castello e fa di lei la sua regina.

Note di regia
Con un adattamento del tutto particolare ed avvincente, la classica fiaba di Cenerentola, che in Giambattista Basile, Charles Perrault e i fratelli Grimm trova le sue versioni più note, rivive qui in una formula innovativa a metà tra il musical e la pantomima inglese nella quale canzoni, balli e dialoghi brillanti – talvolta estemporanei con il pubblico – renderanno particolarmente coinvolgente la storia. Questa versione, sviluppata con spiccata comicità ed attenta fruibilità linguistica, farà rivivere, tra luci, colori e sfumature fiabesche, la magia di un classico intramontabile nel quale è l’amore a trionfare.
La visione di uno spettacolo in lingua inglese agevola la comprensione della lingua laddove la messa in scena diventa così un mezzo, una modalità di apprendimento, un tramite, un aiuto, una guida. Essa permette un’immersione totale in un contesto strutturato e identificabile, grazie all’espressione corporea e vocale, ai costumi, al trucco. Si tratta di un approccio con la lingua di tipo festoso e creativo, che elimina quella paura nei confronti di suoni ed espressioni spesso incomprensibili che gettano l’uditore in uno stato di disagio ed angoscia. Si impara guardando e ascoltando, cioè associando i gesti alle parole che diverranno quindi veicolo di azioni e significati.
Roberto Matteo Giordano

per prenotazioni: TeatroNovanta srl: 0621126027, 3273690298, info@teatronovanta.it

PULSANTI-SPETTACOLI1
€ 12,00

PULSANTI-SPETTACOLI1

10.30